Home » Il Gruppo » Mercato

Mercato

Andamento del mercato

Nel 2015 gli investimenti pubblicitari complessivi (dati Nielsen Media Research) hanno mostrato un calo dello 0,5% rispetto al 2014; sebbene l’evoluzione sia ancora negativa, la flessione risulta meno accentuata di quella registrata nell’esercizio precedente (-2,5%).

Per mezzi, la pubblicità su stampa ha subito una flessione del -5,7%; televisione ed internet hanno conseguito una raccolta sostanzialmente stazionaria rispetto al 2014 (+0,7% e -0,7% rispettivamente) ed infine la radio ha riportato un significativo incremento (+8,8%).

Per quanto riguarda la pubblicità su stampa, la flessione del 2015 (-5,7%) è minore di quanto riscontrato nel precedente esercizio (-8,5%): in particolare, il calo della raccolta locale si attesta al -5,6% (-9,3% nel 2014) e quello della raccolta nazionale al -5,7% (-8,2% nel 2014). Quanto alle diffusioni, i dati ADS (Accertamento Diffusione Stampa) indicano per il 2015 un calo delle vendite dei quotidiani dell’8,7%, in leggera attenuazione rispetto al trend registrato nel 2014 (-11,4%).

 

Il mercato dei quotidiani

Nel 2015 le vendite in edicola ed in abbonamento dei quotidiani sono scese dell’8,7%; i giornali nazionali hanno registrato una contrazione delle vendite dell’11,0% (elaborazione interna basata su dati ADS). La raccolta pubblicitaria sui quotidiani è scesa del 6,6% e sui quotidiani nazionali del 4,3%, con la pubblicità nazionale in calo del 5,9% e quella locale e le altre tipologie dello 0,8% (FCP).

 

Il mercato dei quotidiani locali

Nel 2015 i quotidiani locali hanno registrato un calo delle vendite in edicola ed in abbonamento dell’8,5% sull’anno precedente (elaborazione interna basata su dati ADS), più contenuto di quello dei quotidiani nazionali (-11,0%). La raccolta pubblicitaria è diminuita del 6,2% (fonte FCP), dato sostanzialmente in linea con quello dell’intero comparto dei quotidiani (-6,6%) ma più negativo di quello dei giornali nazionali (-4,3%).

 

Il mercato dei periodici

Nel 2015 il settore dei periodici ha registrato una contrazione delle diffusioni del 13,4% per quanto riguarda i settimanali e del 12,6% per i mensili (elaborazione interna basata su dati ADS). La raccolta pubblicitaria ha registrato una flessione del 4,1%, mostrando un’evoluzione lievemente meno negativa di quella dell’intero comparto stampa (-5,7%). Tra i periodici, l’andamento dei newsmagazines è risultato particolarmente critico, con una raccolta in calo del 9,8% (dati FCP).

 

Il mercato delle radio

Secondo la rilevazione Radio Monitor il totale degli ascoltatori giornalieri oltre i 14 anni d’età si attesta a 35,0 milioni rispetto ai 34,3 milioni della precedente indagine (Radio Monitor Anno 2014). La raccolta pubblicitaria su radio ha mostrato nel 2015 una crescita significativa (+8,8%), con andamenti positivi su tutti i settori merceologici.